Cultura e natura

due giorni sul Lago Maggiore

2 GIORNI E 1 NOTTE

PRIMO GIORNO

In mattinata visita di Baveno, incantevole cittadina lacustre di origine romana, nota per le acque oligominerali e per le cave di granito rosa, rinomato centro turistico e di villeggiatura.
La caratteristica passeggiata del lungolago offre al visitatore un bellissimo panorama sul Golfo Borromeo e le sue Isole, ma Baveno possiede anche bellezze architettoniche da visitare, come la parrocchiale dei SS. Gervaso e Protaso ed il Battistero, risalente al V secolo.
Visita gratuita allo spazio museale Granum, ospitato in una sala dello storico Palazzo Pretorio, punto informativo multimediale e multisensoriale dedicato al granito rosa e alla sua importanza storica ed economica per il territorio di Baveno: un museo pensato anche per rappresentare la ricchezza di percorsi e luoghi della lavorazione della pietra nel territorio del Verbano Cusio Ossola.

Pranzo libero a Baveno.

Nel pomeriggio vengono proposte due diverse opzioni: i più sportivi potranno percorrere la Ferrata dei Picasass, raggiungibile tramite l’omonimo sentiero. Il tempo di percorrenza della via è di due ore circa e non presenta particolari difficoltà, ma per la salita è obbligatorio l’uso del proprio kit da ferrata.
La via è di media lunghezza e viene percorsa su placche di granito, in prossimità delle cave e si arriva fino alla vetta del Monte Camoscio; a bassa quota le vedute sul Lago Maggiore sono semplicemente spettacolari.
Per i meno sportivi, o le famiglie, viene proposta una piacevole passeggiata da Baveno a Feriolo, passando dalla vecchia torre della durata a/r di circa 3h – difficoltà turistica.

Per la sera è prevista la sistemazione in hotel 3 stelle o similare a Baveno o dintorni, con cena e pernottamento.

SECONDO GIORNO

Dopo la prima colazione, partenza da Baveno verso Angera, percorrendo per circa un’ora la strada statale n°33 che costeggia il Lago Maggiore in direzione sud. Arrivati ad Angera visita alla famosa Rocca, superbo simbolo della ricchezza della cittadina nel periodo medievale. Eretta dagli arcivescovi milanesi nel XI secolo, passò nel XIV secolo ai Visconti e poi ai Borromeo, che la ampliarono trasformandola da Rocca di guerra in dimora signorile e ancora attualmente la possiedono.

Tempo a disposizione ad Angera per il pranzo libero e la visita del suo piccolo ma suggestivo centro storico.

Nel pomeriggio è prevista la visita al Santuario di Santa Caterina del Sasso, antico eremitaggio aggrappato a una roccia a picco sul lago e meta tra le più conosciute della zona. L’edificio conserva al proprio interno importanti affreschi e opere d’arte.

Quota di partecipazione individuale: € 135,00 (minimo 2 paganti)

Richiesta di prenotazione

    Struttura ricettiva preferita:
    Guarda la lista delle strutture ricettive

    Data di arrivo:

    Accetto le condizioni della privacy policy

    La quota comprende:

    • cena e pernottamento in hotel 3 stelle o similare
    • ingresso alla Rocca di Angera
    • ingresso all’Eremo di Santa Caterina del Sasso –
    • organizzazione tecnica ITUR

    La quota non comprende:

    • I trasporti ad eccezione di quelli inclusi nella quota
    • i pranzi del 1° e del 2° giorno
    • bevande – extra personali
    • mance, facchinaggio
    • tutto quanto non menzionato alla voce “La quota comprende”

    Per sistemazione presso altre strutture diverse dagli hotel 3* offerti dal pacchetto il preventivo sarà aggiornato al momento della prenotazione.

    OUTDOOR E NATURA

    UNA GIORNATA NEL GOLFO BORROMEO

    DAL GOLFO BORROMEO
    AL MOTTARONE

    IL FASCINO DI TRE GIORNI SUL LAGO